Vitamina E, gli usi per la pelle

La vitamina E: proprietà e uso cosmetico per la pelle matura e irritata

ARTICOLO
Vitamina E, gli usi per la pelle
La vitamina E: proprietà e uso cosmetico per la pelle matura e irritata
di TATIANA MASELLIVitamina E, gli usi per la pelleLa vitamina E ha azione antiossidante e aiuta a combattere i radicali liberi: è dunque un ottimo ingrediente cosmetico per le pelli mature e con rughe.Come possiamo utilizzare la vitamina E per prevenire e combattere l’invecchiamento cutaneo? Come utilizzare la vitamina E nei cosmeticiLa vitamina E nei cosmetici svolge due importanti funzioni: a dosaggi molto bassi previene l’ossidazione di oli e burri vegetali e a dosaggi maggiori ha azione antiossidante per la pelle.La vitamina E si acquista in farmacia o online presso i venditori di materie prime per la preparazione di cosmetici; la percentuale di dosaggio da utilizzare dipende dal prodotto e va controllato sulla scheda tecnica del produttore.Trattandosi di una vitamina liposolubile, la vitamina E va aggiunta a sostanze oleose: possiamo quindi unire la vitamina E a un olio da massaggio per prevenirne l’ossidazione e per combattere l’invecchiamento cutaneo. È consigliato aggiungere la vitamina E soprattutto agli oli sensibili all’irrancidimento, come l’olio di rosa mosqueta e l’olio di mandorle dolci.Allo stesso modo, possiamo inserire la vitamina E nella formulazione di prodotti che contengono burro di karité, burro di mango o burro di cacao come burri emollienti per il corpo, balsami per le labbra e unguenti per la pelle secca.È inoltre possibile aggiungere la vitamina E alle creme in emulsione preparate in casa: il tocoferolo è una vitamina termolabile, quindi andrà unita alla crema a emulsione avvenuta; aggiunta alle creme eviterà l’irrancidimento dei grassi inseriti nella formulazione e conferirà proprietà antiossidanti al prodotto. Anche l’olio di semi di camelia è ricco di vitamina E: scopri come usarlo per pelle e capelli
Cos’è la vitamina ELe vitamine sono molecole essenziali per il nostro organismo, coinvolte in molti processi biologici importanti.Trattandosi di una molecola essenziale, la vitamina E non viene prodotta dal nostro corpo, dunque è assimilata attraverso il cibo: si tratta di una vitamina liposolubile molto diffusa nei semi oleosi e negli oli vegetali.Una volta ingerita attraverso il cibo, la vitamina E viene digerita e assorbita a livello dell’intestino tenue e da lì viene trasportata insieme agli acidi grassi, ai fosfolipidi, al colesterolo e alle altre vitamine liposolubili in lipoproteine chiamate chilomicroni che attraverso il sistema linfatico raggiungono il circolo sanguigno e successivamente i tessuti.Nel nostro organismo, la vitamina E viene utilizzata soprattutto per mantenere l’integrità delle membrane cellulari e proteggerle dall’azione dei radicali liberi. Gli oli vegetali più ricchi di vitamina E Le proprietà della vitamina E per la pelleLa vitamina E – o α-tocoferolo – è particolarmente indicata per le pelli mature, per le pelli secche e disidratate e per le pelli sensibili o irritate: possiamo quindi aggiungerla ai prodotti cosmetici fai da te con azione antirughe, idratante e lenitiva.La vitamina E ha infatti azione antiossidante e protegge la pelle dall’azione dei radicali liberi, i principali responsabili dell’invecchiamento cutaneo e dei danni cellulari.Il tocoferolo ha inoltre azione antinfiammatoria, utile in caso di eritemi, arrossamenti, scottature dovute all’eccessiva esposizione al sole.L’applicazione cutanea di prodotti che contengono vitamina E aiuta a migliorare l’idratazione e l’elasticità della pelle e rinforzare la protezione naturale dell’epidermide.